Costruire con lo sputo e il fango come i nidi di rondine

Cavalcavia tra Chieti Scalo e Chieti Alta Report-age.com 2015 Foto Francesco Stoppa

Chieti. Non è solo usura del tempo quella in evidenza sul cavalcavia tra Chieti Scalo e Chieti Alta, destano dubbi e inquietudini i ferri ammalorati della struttura. Francesco Stoppa, cittadino preoccupato, affronta l’argomento con un’approfondita analisi sul perché molte infrastrutture moderne in Italia siano già in rovina, situazioni grottesche se messe a confronto con le millenarie costruzioni greche e le antiche mura romane. Sarebbe il caso di cominciare a pensare a dei sopralluoghi periodici per queste opere, considerate invincibili, in particolar modo si dovrebbero disporre dei controlli tecnici straordinari dopo eventi sismici e atmosferici che mettono a dura prova le costruzioni dell’età moderna.

View original post 595 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...